Crea sito

ANTONIO TONTI

— fotografo —

Il pianista fuori posto

Racconto di: Maurizio Lazzarini

“Il pianista fuori posto” è il racconto della malattia, diretto, crudo, come un mattone nello stomaco per chi lo legge e non ci è passato in una situazione del genere, soprattutto per chi è sensibile come me, ma è anche la metafora di una vita, passata con un inconscio fardello da portare sulle spalle, peso che un giorno ha deciso di uscire allo scoperto sotto forma della malattia.
Noi ci ammaliamo per un motivo, ci comunica il protagonista di questa storia, ricercare e capire il motivo è importante, tanto quanto accettarlo, così come lui accetta il suo desiderio inconscio di punirsi con la malattia, di morire e al tempo stesso la paura reale della morte, viva come la sua voglia di affrontarla e superarla, giorno per giorno, accettando tutto quello che ne consegue, cure e disagi.
Oggi Maurizio che come me è uno che si è sempre sentito “fuori posto” e di questo suo essere “diverso”, un po’ ribelle alle convenzioni e alle imposizioni, ne ha fatto una risorsa, aiuta altre persone ad affrontare la malattia.
Niente succede mai a caso. Quando mi è stato chiesto l’onore e l’onere di leggere e presentare questo racconto, ho capito non era un caso. Ho provato emozioni molto forti leggendolo e ho sentito il bisogno di sapere di più riguardo alla persona che l’aveva scritto e di conoscerla. Ho trovato delle conferme a cose che sentivo e che già sapevo. Gli incontri tra le persone avvengono perché quelle persone sono destinate a darsi qualcosa, nel bene o nel male, che servirà per la loro crescita personale.
Dobbiamo imparare a perdonare e a perdonarci. Spesso ci ammaliamo per il senso di colpa che ci portiamo dentro.
Infine, voglio prendere spunto da questa storia per andare oltre e condividere quello che ho imparato in questa vita: prima di essere vittime noi siamo stati carnefici e quello che ci succede è una conseguenza di quello che noi abbiamo fatto e ci portiamo dietro da altre vite e di conseguenza, come dice Lazzarini, dalla propria storia familiare. Perciò prima di tutto dobbiamo accettarlo e perdonarci, per poter andare avanti, imparare la lezione e diventare delle persone migliori, continuando a evolverci.

Disponibile su Amazon:

https://www.amazon.it/dp/B088N93YJL

Copertina ed Edizione di: Antonio Tonti

Next Post

Previous Post

© 2020 ANTONIO TONTI

Theme by Anders Norén